Parco Guell (Barcellona)

23 Agosto 2015.

portico de la Lavandera (Parco Guell, Barcellona)

portico de la Lavandera (Parco Guell, Barcellona)

Passeggiamo lungo una strada sterrata che costeggia le colline verdeggianti che sovrastano la città. Si notano già alcune particolarità del parco, imponenti colonnati immersi nel verde e la casa-museo con una specie di campanile che svetta tra le palme. Il Parco Guell (Parc Guell) è un posto veramente affascinante per trascorrere qualche ora alla scoperta delle originali architetture progettate da Antoni Gaudì. E’ un posto tranquillo, che sorge tra una fittissima vegetazione, con molti edifici colorati e dalle forme insolite che hanno un che di fiabesco. Raggiungiamo velocemente il Parco Guell per mezzo di un comodo autobus di linea, che parte da Plaza de Catalunya attraversando il Passeig del Gracia, l’elegante viale dove si trovano Casa Batllò e la Pedrera, altri due famosi edifici disegnati dal geniale architetto. Oltrepassato il cancello di ingresso un sentiero conduce fino alla grande terrazza che sovrasta la parte monumentale del parco. Da qui si può rimirare tutta Barcellona, ora avvolta in una leggera foschia mattutina. Facilmente si riconoscono le imponenti torri campanarie della Sagrada Familia, il profilo delle chiese medievali del Barrìo Gotico e il mare in lontananza. La terrazza è cinta dal Banco Ondulante, una sorta di panca ondulata decorata con ceramiche coloratissime.

la salamandra (Parco Guell)

la salamandra (Parco Guell)

Dalla grande terrazza comincia un sentiero che conduce verso la parte bassa del parco, attraverso il magnifico Portico de la Lavandera, un sottoportico dalle colonne inclinate e dal soffitto ricurvo, che regalano insolite prospettive e magici chiaroscuri. Passiamo accanto alla celebre scultura della salamandra, famosissimo e colorato simbolo del parco, ed entriamo nella sala ipostila del Teatro Griego. Il contesto è quasi surreale: decine di colonne, ora dritte ora inclinate, si issano fino al soffitto ondulato dove si trovano fregi in ceramica variopinta. Raggiungiamo il padiglione dell’entrata al piano inferiore del parco. Gli edifici, vivacemente dipinti, dalle forme rotonde, sembrano usciti da un libro di fiabe. Torniamo sui nostri passi risalendo le scalinate verso la terrazza, dove ammiriamo ancora il panorama di Barcellona sotto un sole splendente.

Link utili:

Parc Guell official web site

(396 views)

Print Friendly, PDF & Email
Licenza Creative Commons

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *