Zaanse Schans (Olanda, Paesi Bassi)

Specchi d’acqua lucenti, prati verdeggianti, tulipani cangianti e mulini a vento colorati: questa è l’immagine (stereotipata?) che si ha dell’Olanda. Però tutto questo è Zaanse Schanse.

Zaanse-Schans, mulini e tulipani (Paesi Bassi)

Zaanse-Schans, mulini e tulipani (Paesi Bassi)

Zaanse Schans è un villaggio che si trova a nord di Amsterdam, sul fiume Zaan. Comodamente raggiungibile con autobus di linea diretti, che partono dalla stazione centrale della capitale in direzione Zaandam,  un paesino costituto da una cinquantina di edifici in legno, casette, negozietti, mulini, tutti ottimamente conservati che sorgono a ridosso del corso d’acqua. Nel giorno della nostra visita, inizio di maggio, tira un vento teso e freddo. E meno male perchè è questo vento che tiene a distanza le nubi cariche di pioggia che arriveranno in tarda serata. Il cielo è appena punteggiato da nuvole bianche, la luce è meravigliosa e tutte le costruzioni riflettono i loro bellissimi colori. L’ingresso del villaggio è uno spiazzo prima di una serie di ponticelli in legno, molto stretti, che valicano i canali del fiume. Vicino ci sono appezzamenti di prati verdissimi, tutti recintati, in cui stanno poltrendo al sole numerose pecore con il pelo molto scuro. Ci sono moltissimi turisti che letteralmente intasano gli stretti passaggi che conducono agli edifici principali verso la riva del fiume. Quasi subito si scorgono in lontanza le pale dei mulini che roteano velocemente.

Zaanse Schans, veduta (Paesi Bassi)

Zaanse Schans, veduta (Paesi Bassi)

Zaanse Schans è realmente un posto incantevole. In alcuni edifici si trovano dei negozi di souvenir. Ci sono botteghe di artigianato, accoglienti caffè. In altri edifici si possono osservare i mestieri tradizionali e il modo di lavorare di una volta: un piccolo caseificio, il laboratorio di uno zoccolaio… E’ quando si giunge in prossimità dell’acqua che la vista diventa grandiosa: da un lato varie casette abitate, ordinate, colorate, con i loro piccoli giardini ben tenuti. Dall’altro lato una serie di mulini a vento che si muovono vorticosi cigolando un po’. Seguendo il sentiero si aprono degli scorci spettacolari sul versante opposto del fiume, dove sorgono altre case di legno a schiera. I mulini si possono visitare. Certamente ho trovato più interessante il paesaggio esterno, piuttosto che i locali interni di questi edifici tradizionali. Però consiglio di visitare almeno un mulino, per poter salire sino al livello superiore, uscire all’aperto e camminare su un ballatoio che arriva a pochi passi dalle pale, gigantesche e sibilanti. Da queste specie di terrazze si può osservare tutto il panorama dall’alto. Un panorama sorprendentemente bello, appena rovinato da alcune brutte ciminiere che, visibilissime, sembrano sbucare a pochi metri dalle case.

Link utili:

Discover windmill (English)

 

(48 views)

Print Friendly, PDF & Email
Licenza Creative Commons

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *