Thahiti Tole e dintorni – viaggio in Nepal

3 novembre 2013.

Thahiti Tole (Kathmandu, Nepal)

Thahiti Tole (Kathmandu, Nepal)

Ero già passato varie volte per Thahiti Tole, la piccola piazza che si trova lungo la direttrice che da Thamel conduce verso Durbar Square. Ero passato varie volte e la storia era sempre la stessa. Mi fermavo per un po’ sotto il piccolo stupa ad osservare il mercatino di ortaggi che veniva allestito lì intorno e, poco dopo, si avvicinava uno dei numerosi intromettitori che mi invitava, con insistenza, ad andare in qualche negozio della zona per acquistare un dipinto religioso o un rosario tibetano. Quella mattina, però, fu differente. Ormai erano trascorsi vari giorni dal mio arrivo a Kathmandu e cominciavo a essere riconosciuto: alcune persone mi salutarono con un cenno del capo o con un sorriso e i venditori di mandala1 mi lasciarono in pace.

Raggiunsi Thahiti Tole dopo la breve visita al Giardino dei Sogni. Il cielo non era particolarmente terso, a causa del solito smog che avvolgeva la capitale, ma nella piazza si respirava un clima di festa. Già la sera precedente le vie illuminate di Thamel si erano riempite con migliaia di persone che sfilavano in cortei, al ritmo dei tamburi, vestite in abiti tradizionali o indossando qualche insolita maschera.

nella piazzetta di Kathesimbhu (Kathmandu, Nepal)

nella piazzetta di Kathesimbhu (Kathmandu, Nepal)

Da lì a poco ci sarebbe stata un’altra notte di festa e tutti erano intenti ad ultimare i preparativi. Ai piedi dello stupa numerose ragazze e donne stavano confezionando le collane floreali arancioni, da indossare o da utilizzare per decorare le vetrine dei negozi e i monumenti. I commercianti erano indaffarati a pulire a fondo la strada davanti alle loro botteghe e a sistemare gli addobbi per la sera. Altre persone stavano ultimando complicati disegni spargendo sul selciato grandi quantità di polveri colorate.

Stupa di Kathesimbhu (Kathmandu, Nepal)

Stupa di Kathesimbhu (Kathmandu, Nepal)

Abbandonai Thahiti Tole e mi diressi quindi verso lo Stupa di Kathesimbhu. La piazzetta, defilata rispetto alla strada principale, è una sorta di cortile silenzioso circondato da edifici coloratissimi, nel cui centro si erge il piccolo stupa variopinto e ornato con decine di bandierine svolazzanti. Nei pressi, molti negozi esponevano bei dipinti religiosi di tutte le misure: non seppi resistere e, dopo una trattativa estenuante di quasi un’ora, comprai tre piccoli mandala di ottima qualità. Uscendo dal negozio rimasi ancora qualche minuto a rimirare quella corte silenziosa.

La strada caotica che conduceva verso Asan Tole era ad appena un centinaio di metri, che percorsi in un attimo immergendomi letteralmente in un fiume di gente e di motociclette…

Note:

1. mandala: diagramma circolare che riveste significato spirituale nella religione buddista e induista

Link utili:

Unesco World Heritage – Scheda della Valle di Kathmandu

(471 views)

Print Friendly, PDF & Email
Licenza Creative Commons

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *